http://www.ilgremiodeisardi.org/joomla/administrator/index.php#
Get Adobe Flash player

Il Gremio dei Sardi

Progetto A Diosa

 

 

Insieme agli amici Ignazio Corrias presidente dell’Associazione Presenze di Nuoro (ideatore e sostenitore dell’iniziativa) e Graziano Secchi presidente del Coro Sos Canarios di Nuoro, sono lieto di condividere con i soci e gli amici dell’Associazione dei Sardi di Roma Il Gremio, e con tutti i contatti e amici facebook, il bellissimo e storico evento realizzato a Nuoro, giovedì scorso 8 settembre, nella suggestiva cornice della bella piazza intitolata al poeta Sebastiano Satta e realizzata da quel grande e geniale artista che è stato Costantino Nivola di Orani: il canto di “A Diosa”, ovvero “Non potho reposare”, la stupenda poesia d’amore dell’avvocato, poeta di Sarule, Salvatore Sini, noto Badore, (Sarule, 2 maggio 1873 – Nuoro, 1954) composta nel 1915 e musicata da Giuseppe Rachel, noto Peppineddu (Cagliari 1858 - Nuoro 1937), nel 1920.

Tutti insieme per la prima volta: “Coro di Nuoro”, “Coro Barbagia”, “Coro Ortobene”, “Amici del Folklore”, “Sos Canarjos”, “Nugoro Amada”, “Su Nugoresu” e il tenore lirico Piero Pretti, diretti dal maestro Alessandro Catte hanno riempito la piazza Satta, Nuoro e il mondo dei versi e delle note di una canzone-poesia indimenticabile che ti rimane per sempre nella mente e nel cuore, chi ti dà i brividi e la umile, ma profonda fierezza, dell’identità. Una canzone-poesia che ti accomuna a tutti i cori sardi, nessuno escluso (è come se fossero stati presenti anche loro in quella piazza), che colpisce e coinvolge anche chi non è sardo, che merita il perseguimento e raggiungimento dell’obbiettivo di Ignazio Corrias e degli altri amici di Nuoro: la consacrazione di “Non potho reposare” a Inno dei Sardi e della Sardegna e l’assegnazione alla città di Nuoro (l’Atene Sarda dei tempi di Francesco, Ciusa, Grazia Deledda, Sebastiano Satta, Pasquale Dessanay, Antonio Ballero, Giacinto Satta, ..) del titolo di Capitale della Cultura 2020.

 

www.progetto-adiosa.it

www.facebook.com/progettoadiosa/

twitter.com/progettoadiosa

 

Programma Giugno 2017

 

- Venerdì 16- 6- 2017 ore 16, in collaborazione con la Biblioteca del Ministero dell’Agricoltura, via xx Settembre 20,  Pane, musica e canto… con Maria  Milvia Morciano, Gianluca Schingo e  Manuela Manca.

Locandina

 

 

- Sabato 24 – 6- 2017 ore 18,30 in collaborazione con “Associazione Remo Branca di Iglesias,” al Gremio (Sala Italia e Terrazza) :  Ricordo di Remo Branca e concerto diAnimas (Sabrina Sanna voce, Alessandro Melis chitarra)

Locandina

 

 

 

- Domenica 25-6-2017 ore 19,30, in collaborazione con  la Chiesa SS. Angeli Custodi di Piazza SempioneMessa con i canti religiosi e poi il concerto dei Tenores di Neoneli, nell’occasione accompagnati da Eliseo e Orlando Mascia.

Locandina

 

 

 

Vi invitiamo con gioia  a partecipare e far partecipare amici, conoscenti e parenti: tutti saranno ospiti benvenuti e graditi (Ingressi gratuiti).

Non perdete le occasioni!

Ci saluteremo, come sempre, con i nostri “brindisi in sardo”

 

Sa Die de sa Sardigna

 

 

Al GREMIO Sabato 29-4-2017, Sala Italia ore 17,30 (ingresso gratuito)

Per la ricorrenza (28 aprile 1794) della Giornata della Sardegna “Sa die de sa SARDIGNA” ricorderemo

Antonio Gramsci

nell’80° della morte (Ales 22.1.1891 – Roma 27.4.1937)

 

insieme agli attori Ilaria Onorato, Vanni Fois, Daniele Monachella, Alessandro Pala, che ne interpreteranno lettere e pensieri.

Intervento di Angelo G. Sabatini, Prof. di filosofia politica e presidente della Fondazione Giacomo Matteotti: “Attualità del pensiero di Antonio Gramsci”

Dal testo teatrale di  Maricla Boggio (che ringraziamo) e Franco Cuomo, “Compagno Gramsci”, portato in scena nel 1972  con regia di Maricla Boggio , verrà riproposto il brano:  “La pazzia di Giulia”

 

Introduce e coordina Antonio Maria Masia

Una degustazione di prodotti sardi  concluderà la serata.

 

Raighinas

logo

AL GREMIO Sabato 20-05-2017 via Aldrovandi 16, Roma
Dalle ore 18:00 in sala Italia (ingresso gratuito) locandina

 

Nell’ambito del percorso “RAIGHINAS”

ricorderemo alcuni personaggi fondamentali per le nostre Radici

 

Pietro Casu (Berchidda 13-04-1878 – 20-01-1954) Presbitero, scrittore e filologo.

Ha pubblicato diverse opere letterarie e in sardo   la Divina Commedia, il Vocabolario Sardo Logudorese-Italiano e diversi canti, tra i quali la famosa canzone natalizia Notte de chelu, che verrà cantata da Manuela Manca.  
Ne parlerà  Antonio Casu, Direttore della Biblioteca della Camera dei deputati e Presidente dell'Associazione culturale "Il Cenacolo di Tommaso Moro".

 

Maria Carta, (Siligo 24-06-1934 – Roma 22-90-1994) cantante, attrice e poetessa

 

Recital di Ilaria Onorato (attrice) su suo testo dedicato a Maria: “Canto per vincere il buio”


Antonino Mura Ena (Bono, 17-10-1908 – Roma, 18-07-1994) scrittore poeta, pedagogista

Ne parlerà il figlio Gaspare Mura, Professore Emerito nella Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Urbaniana.

Clara Farina (retzitadora), reciterà, interpreterà e canterà alcune poesie in sardo di Antonino Mura Ena.

 

Introduce e coordina Antonio Maria Masia

A conclusione brinderemo in sardo.

 

 

relazionesaba

 

Visioni Sarde

 

 

 

Sabato 08 Aprile 2017 dalle ore 16:30  - Cinema Trevi

(Cineteca Nazionale, ingresso gratuito, vicolo del Puttarello 25 , vicino alla celebre fontana di Trevi ),

 

 

VISIONI SARDE

 

L’associazione dei sardi a Roma “Il Gremio” prosegue, a cura di Franca Farina, con la collaborazione della Cineteca Nazionale, FASI (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia) e Cineteca Sarda, all’interno della rassegna INCONTRO CON IL CINEMA SARDO A ROMA, la serie di proiezioni e dibattiti con attori e registi. Questo mese è in programma una selezione della quarta edizione di VISIONI SARDE, che si è svolta nell’ambito del 23° Visioni Italiane / Festival degli esordi, concorso Nazionale per corti, mediometraggi e documentari organizzato dalla Cineteca di Bologna (27 febbraio-5 marzo 2017). Vengono presentate, oltre ai film vincitori e finalisti del concorso, realizzati da autori sardi o che abbiano come location la Sardegna, anche (in anteprima) le opere di Roberto Priamo Sechi di Sassari con protagonista l’attore di Nuoro Vanni Fois.

ore 17.00 Border di Paolo Zucca (2016, 1’) - Un confine. Due lati. Due gare.

a seguire Il bambino di Silvia Perra (2015, 15’) - Gli equilibri della famiglia Khaled vengono compromessi dall’arrivo di un’ospite, destinata a rimanere con loro per un motivo ben preciso.

a seguire A casa mia di Mario Piredda (2016, 19’) - Rimasti i soli abitanti di un piccolo paese di pescatori ormai spopolato, due anziani, Lucia e Peppino, vivono nella speranza che l’inverno non finisca. Vincitore del David di Donatello 2017 come miglior film di cortometraggio.

a seguire Del prossimo orizzonte di Tomaso Mannoni (2015, 14’) -Notte fonda. Un uomo arriva nei pressi di una spiaggia, cerca qualcosa. Dei clandestini appena sbarcati si nascondono tra i cespugli. L’uomo è un trafficante di uomini e deve portarli in una cava come manovalanza a basso costo. Tra di loro c’è una persona non prevista.

a seguire Domenica di Bonifacio Angius (2016, 18’) -Breve storia di un incontro estivo con finale al bacio.

a seguire A Girl Like You di Massimo Loi, Gianluca Mangiasciutti (2016, 15’) -Aurora e Alba sono amiche inseparabili. Un giorno Alba convince Aurora a partire per un viaggio verso un luogo segreto e misterioso.

a seguire Nella mia città di Andrea Marras (2016, 5’) - «Sin da piccolo mi hanno sempre insegnato a non fermarmi mai, a continuare a correre, col sorriso in volto, qualsiasi cosa accada». Una lezione di vita che sarebbe bello seguire sempre, anche quando siamo costretti ad abbandonare quello che amiamo, per inseguire i nostri sogni.

a seguire Noi siamo il male di Gianni Cesaraccio (2016, 17’) - Un giovane prete viene mandato in una chiesa abbandonata, immersa nella campagna estiva, a causa della sua crisi di fede. Grazie all’aiuto della sorella sembrerà ritrovarla, ma le parole dette con troppa leggerezza a un uomo disperato lo porteranno in un nuovo mondo di dolore...

a seguire Waiting for di Matteo Pianezzi (2016, 15’) - Tre donne si confrontano durante un viaggio verso una meta misteriosa. Un viaggio per sperare nel futuro e per ricostruire il passato.

a seguire LMF -Torino di Roberto P. Sechi (2013, 13’) - Due anime si incontrano, Arturo e Eve. A loro insaputa condividono sogni e desideri. Basta poco per rivivere una memoria, per realizzare un sogno, per affrontare la realtà quotidiana: condividere, aiutare e capirsi anche se non si parla la stessa lingua. I due protagonisti trovano il modo di comunicare e di aiutarsi a vicenda, per darsi la spinta e continuare

a seguire L’alias di Roberto P. Sechi (2016, 18’) - A una settimana dalla prima dello spettacolo teatrale, Vanni, attore, si trova in preda a una crisi interpretativa. Nel suo percorso per individuare la fonte del disagio, Vanni materializza un doppio di se, l’Alias, con il quale si confronta per trovare una soluzione. L’Alias rivelerà presto la sua vera intenzione, rubargli il ruolo di protagonista.

 

ore 20.00 Incontro e brindisi con gli autori introdotto da Anna Di Martino e Antonio Maria Masia con Bruno Culeddu, Pasquale Gregu.

 

 

 

articolo