http://www.ilgremiodeisardi.org/joomla/administrator/index.php#
Get Adobe Flash player

Il Gremio dei Sardi

Manfestazioni 2012

 

 

14 Gennaio – Il Gremio Giovani Presenta..:

Due giovani scrittori sardi a confronto attraverso le loro opere

Stefano Piroddi Gli angoli remoti del presentee Gianmichele Lisai I 101 misteri della Sardegna

locandina


2 Marzo – Ricordando Domenico Alberto Azuni:

Conferenza su Domenico Alberto Azuni

Evento promosso da Gemma Azuni e coordinato dall'Associazione SALPARE

locandina


2 Marzo – Roma Capitale per Rossella Urru Libera:

Esposizione in Piazza del Campidoglio di un drappo con la foto di Rossella Urru e la scritta "ROMA CAPITALE per Rossella Urru Libera"

Iniziativa promossa da Gemma Azuni

immagine


9 Marzo – Uomini in Movimento:

Immigrazione  ed emigrazione,  due facce di un unico viaggio

Apporti di riflessione della Comunità dei Sardi di Roma

locandina


14 Marzo – Il cammino delle Parole:

Grazia Deledda: Fior di Sardegna

I Parchi Letterari® Grazia Deledda

Evento promosso da Società Dante AlighieriI Parchi Letterari®

locandina


24 Marzo – L'opera poetica di Giovani Campus:

Presentazione dell'opera poetica di Giovanni Campus , a cura del Prof. Nicola Tanda

locandina


5 Maggio – Sa Die de Sa Sardigna:

Il Viaggio di Juanne Maria Angioy e il Triennio Rivoluzionario Sardo

Una narrazione in Lingua Italiana e in Limba Sarda che racconta l’impresa di Juanne Maria Angioy patriota sardo che guidò i moti rivoluzionari (1794-1796) contro i privilegi feudali. La sua storia sarà il pretesto per raccontare le vicende del tentativo di invasione dell’isola da parte dei francesi, la difesa da parte di Sant’Efisio e la ribellione del 28 Aprile (Sa Die de sa Sardigna)

Evento realizzato in collaborazione con ACRASE

locandina


5 Giugno – Una Voce per Rossella:

Concerto di Piero Marras a Montecitorio per la liberazione di Rossella Urru

Concerto promosso dall'Associazione Presenza (Isole Comprese) di Nuoro

video


14 Giugno – Ulisse es' tocchendande:

Presentazione in Campidoglio del libro del poeta  Pietro Sotgia di DorgaliUlisse est tocchendande

Evento realizzato in collaborazione con N'UR

locandina


26-27-28 Ottobre – L'Isola che c'è 2012:

Sardegna incontra Roma, a Piazza Risorgimento ( programma )

Evento realizzato in collaborazione con GIA

locandina


13-30 Novembre – Lontano da Dove:

Mostra di Arte Contemporanea organizzata dal "Gremio Giovani"

Progetto finanziato dalla Regione Sardegna

locandina


12 Dicembre – Alghero Donna:

XV° Edizione del Premio di letteratura e giornalismo  “Alghero Donna”

Evento realizzato in collaborazione l'Associazione SALPARE

locandina


16 Dicembre Natale dei Sardi 2012:

Festa di Natale

Capofila ACRASE

locandina

 

Il Suo Nome Era..IL SIGNOR G

 

 


Dal 28 dicembre 2012 al 13 gennaio 2013

(giovedì, venerdì e sabato alle ore 21,00 – domenica alle ore 17,30)

SERATA SPECIALE CAPODANNO 31 DICEMBRE ORE 22,00

al TEATRO ARCOBALENO

(Via F. Redi, 1/a – Roma)

Tom Del Monaco

presenta

“IL SUO NOME ERA…IL SIGNOR G”

omaggio a Giorgio Gaber

Di M. Perrella, G. Di Stasio, G. M. Meloni

Regia di M. Perrella

Con  I PANDEMONIUM

Gianna Carlotta, Gianni Mauro, Mariano Perrella, Annarita Pirastu, Patrizia Tapparelli

ORCHESTRA DAL VIVO: Giancarlo Capo (chitarra), Gigi Galante (sax e flauto), Luca Proietti (tastiere), Stefano Scoarughi (basso), Gigi Zito (batteria)

E con Roberta Fichera

Per ulteriori dettagli consultate il comunicato in allegato.

Comunicato Stampa

NB: Per i nostri soci è prevista la riduzione sul biglietto d’ingresso ad € 15,00 (anziché € 18,00).


 

Lontano da dove

Dal 13 al 29 novembre 2012, l’Associazione dei sardi di Roma “IL GREMIO”, è  lieta di presentarVi


“Lontano da dove”

uno sguardo sulla scena artistica sarda contemporanea

a cura di Maria Rosa Sossai



La Mostra, organizzata dal Gruppo Giovani del Gremio,  sarà ospitata presso il Museo MACRO di Roma, negli spazi de La Pelanda, Piazza Orazio Giustiniani, 4

Si tratta di un’esposizione collettiva di otto giovani artisti, nati in Sardegna e che testimoniano la vivacità e la continuità della produzione artistica dell’isola, a sessantadue anni di distanza da La mostra d’arte moderna della Sardegna allestita negli spazi della Galleria d’arte moderna di Roma nel 1950.

Da Giuseppe Biasi, Remo Branca, Francesco Ciusa, Mario Delitala, Stanis Dessy, Maria Lai, Marius Ledda, Libero Meledina, Melchiorre Melis, Federico Melis, Pino Melis, Antonio Mura, Bernardino Palazzi, Aligi Sassu, Giuseppe Silecchia, Costantino Spada, Eugenio Tavolara, solo per citarne alcuni artisti di quella mitica Mostra,  agli artisti di oggi AZ.Namusn.Art, Giulia Casula, Cristian Chironi, Marco Lampis, Pietro Mele, StefanoSerusi, Carlo Spiga, Rachele Sotgiu.

La poetessa Antonella Anedda produrrà un lavoro pensato appositamente per l’occasione.

Le opere appartengono a generi espressivi diversi: si va dalle foto ai video, passando per  installazioni sonore e dipinti, fino ad arrivare a performance e sculture.

L’inaugurazione della mostra è per il 13 Novembre alle ore 18:00 presso la Pelanda del Museo MACRO di Roma, Piazza Orazio Giustiniani, 4.

Seguirà un drink.

Ingresso gratuito.

 


 

 

Le socie, i soci, gli amici del Gremio sono INVITATI a partecipare numerosi.

Vi preghiamo  di DIFFONDERE fra amici, parenti e conoscenti l’importante e meritevole iniziativa del  Gruppo Giovani a favore dei giovani artisti sardi contemporanei.

In allegato la locandina, con l’indicazione degli orari d’ingresso (dalle ore 16 alle ore 22 da martedì a domenica) , che rimane gratuito per tutto il periodo della Mostra.

Grazie e al piacere di incontrarci per l’occasione.

Il Gremio

Il Presidente, Antonio Maria Masia

Per il Gruppo Giovani, Gian Mario Cossu

 

 

Lettera a Eugenio Scalfari

 

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo la lettera indirizzata dalla nostra socia Paola Mameli al fondatore di Repubblica, Eugenio Scalari.

Condividiamo tutte le domande di Paola  e le  sue preoccupazioni per lo stato di gravissima crisi economica e sociale  del Sulcis ed in generale della Sardegna.

E rimaniamo in attesa delle risposte del grande gironalista...se ci saranno.

 

Antonio Maria Masia

Presidente Il Gremio

 

 

 

Gentile Dott. Scalfari,


ho avuto modo di ascoltare l’intervista rilasciata da lei a Fabio Fazio nella trasmissione “Che tempo che fa”.
Alla domanda: “perché gli italiani non pagano le tasse?”, lei  ha risposto: “uno dei motivi per cui gli italiani (almeno in gran parte) non pagano le tasse è perché non credono più nello Stato e si dimostrano, così, furbi, ma poco intelligenti”. Secondo me lei ha ragione,  ma fino a un certo punto.
Vorrei dimostrarle perché, secondo me, alcuni italiani non credono più nello Stato, prendendo ad esempio la realtà del Sulcis Iglesiente, posto nella costa sud occidentale della Sardegna, una vasta area industrializzata ora investita da una  depressione economica che ha raggiunto livelli drammatici.
Di seguito le riporto il resoconto di una delle tante proteste degli operai dell’Alcoa, ennesima fabbrica in dissolvimento della Sardegna: 
“Interruzione di pubblico servizio: questa l'accusa mossa a 31 operai dello stabilimento dell'Alcoa di Portovesme. I lavoratori erano stati identificati e denunciati dalla Digos per la manifestazione all'aeroporto di Cagliari Elmas, lo scorso 29 gennaio 2010. Erano state occupate le piste e lo scalo bloccato. Un blitz estremo all'interno della lotta che gli operai portano avanti da anni nel tentativo di impedire la chiusura degli impianti. Dopo quei fatti i lavoratori erano stati identificati e ora la Procura ha chiuso le indagini. Dovranno comparire davanti al giudice il 20 maggio 2014” ( Unione Sarda del 19 ottobre 2012).
Il dramma coinvolge tutto il territorio della neonata provincia di Carbonia Iglesias, diventata famosa per essere la Provincia più povera d’Italia e luogo dove, purtroppo,  sono nata e dove ora risiede ora la mia famiglia.
Solo con la crisi di questi ultimi anni sono stati licenziati 8.000 lavoratori.
Intere famiglie sono finite sul lastrico a causa della chiusura di diverse altre fabbriche e dell’indotto e numerosi sono i casi umani di disperazione e miseria. Una vera catastrofe.
Ora, per “contestare” in parte la sua affermazione Le chiedo: di quale Stato si parla quando Lei dice che gli italiani non pagano le tasse, perché non credono più nello Stato?
Una risposta riusciamo a darla nel Sulcis: qui non crediamo nello Stato perché in questa realtà lo Stato non è mai esistito.
Siamo donne e uomini che hanno fatto l’Italia come tutti gli altri, o siamo solo una classe operaia di seri B?
Siamo forse merce di scambio che viene comprata dalla classe politica in prossimità delle elezioni e poi scaricata subito dopo perché si vuole fare ciò che si vuole dopo essere stati eletti? Lo Stato dov’è?
Gentile Dott. Scalfari, io rispetto la sua onestà intellettuale e la sua saggezza, ma lo Stato in questo caso non dovrebbe forse dare un segno della propria esistenza? Oppure è sufficiente, secondo lei, dire: “faremo il possibile”, “non dipende da noi”, “ è una crisi internazionale”, e così via?
Vantiamo un diritto sacrosanto, quello del lavoro che la Costituzione tutela in primo  luogo.
Ci negano il diritto al lavoro. La cassa integrazione non è sufficiente e in breve tempo porta le persone alla frustrazione e all’indigenza.
Non dovrebbe lo Stato intervenire per salvare quelle fabbriche che producono e sono ancora competitivo in tutto il mondo? Inquinano, certo,  ma per intere famiglie sono l’unica opportunità di sopravvivenza.
Nonostante la sicurezza sul lavoro non sia tutelata nel migliore dei modi, e con la speranza che ciò venga attuata nel migliore dei modi, anche perché parliamo di una parte della Sardegna con un territorio caratteristico proprio per le bellezze naturali e paesaggistiche.
L’Alcoa ha già inquinato il nostro territorio e il corpo di molti operai, ha lucrato, e ora scappa col bottino già investito nelle banche americane.  Lo Stato non vede?
I nostri progetti di sviluppo sono sempre stati bocciati dalla classe dirigente, gli sprechi denunciati e poi archiviati dalle autorità di controllo (vedi l’allegata intervista dell’attuale Presidente della Provincia, Salvatore Cherchi che fornisce le prove di tutto ciò).
Ora, esiste un nuovo progetto che è il Piano per il Sulcis. Viene dalla politica, da una parte della politica condivisa, almeno a parole, da tutte o quasi le forze politiche locali. Si tratta di una proposta seria che dà allo Stato l’occasione per darsi una scossa e riprendere vitalità anche se   non risolve il problema attuale di emergenza sociale.
Lei che ha il potere di far sentire la sua voce attraverso la sua autorevole penna e i media potrebbe aiutarci a diffondere la nostra richiesta di aiuto, se poi nelle sue risposte c’è una soluzione ai nostri problemi tanto meglio.
L’attenzione dei media è ora rivolta alla politica che deve nuovamente presentare i propri candidati. Ma qui nel Sulcis si muore. Si muore di fame.
Berlusconi nell’ultima campagna elettorale per le elezione nella Regione Sardegna con il suo candidato in sardo (ora attuale Presidente della Regione Sardegna) è venuto nel Sulcis  e ha promesso agli operai dell’Alcoa che avrebbe chiamato il suo amico Putin il quale a sua volta avrebbe inviato i suoi amici (russi) imprenditori  per rilevare l’Alcoa.
Gli operai dell’Alcoa, ormai ex, stanno ancora aspettando gli amici di  Putin amico di Berlusconi.
Nel Sulcis, e dico purtroppo, non si parla più di politica: si parla di proposte per uscire dalla crisi che ha colpito un’intera provincia. La Regione da sola non ce la può fare. Ci sono in Sardegna anche altre realtà drammatiche, tra i pastori, i commercianti, gli artigiani. Una proporzione di disoccupati altissima in proporzione al nostro esiguo numero di abitanti.

Nel ringraziarla per un’eventuale risposta le invio cordiali saluti

Paola Mameli
Cagliari,  22 Ottobre 2012


 

l'isola che c'è

 

 

Carissimi ,

ecco il programma DEFINITIVO, con i capitoli di una “storia” di incontri, relazioni, dibattiti, divertimento, spettacoli  etc.. che dura  tre giorni  e che spetta ad ognuno di noi scrivere: PARTECIPANDO.

Vi aspettiamo  numerosi dal 26 al 28 ottobre in Piazza Risorgimento e Vi preghiamo di far girare l’invito con ogni mezzo. Grazie

A presto

Il Gremio


L’Associazione dei Sardi “IL GREMIO” e la GIA Comunicazione di Giorgio Ariu presentano:

“ L’ISOLA CHE C’E’ – Sardegna incontra Roma -  2012 “

Programma Culturale all’interno dell’Area Ospitalità.

Coordinano Giorgio Ariu  e Antonio Maria Masia


Venerdì 26 ore 16

Inaugurazione  alla presenza del Sindaco di Roma (o suo delegato) e della Consigliera On.Gemma Azuni


Venerdì 26 ore 16

- “L'Isola nell'anima” - Islas que cantan – con il soprano paraguayano Cristina Vera Diaz e il Coro Gavino Gabriel di Tempio: i canti religiosi della Sardegna (con inediti del musicista Gianluca Muggianu).


Venerdì 26 ore 17,30

- Proiezione del documentario Ortuabis di Vincenzo Rodi, Primo Premio Festival internazionale del Cortometraggio Botanico: le orchidee della Sardegna, un viaggio fra le bellezze floreali dell’Isola.


Venerdì 26 ore 18,30

- In viaggio con i Silenzi delle acque trasportati dalla magia del Trenino Verde:  un viaggio con Giorgio Ariu attraverso una Sardegna mai vista.


A seguire degustazione dei Vini di Sardegna


************************

Sabato 27 ore 15

- Sardegna e Paraguay: due popoli si confrontano nel canto, con il Coro Gavino Gabriel e Cristina Vera Diaz (canta anche in lingua logudorese testi dei poeti Giovanni Chessa di Torpè e Antonio Coloru di Ozieri).


Sabato 27 ore 16,30

- Convegno dibattito sulla Continuità Territoriale con l'assessore ai Trasporti della Regione Sardegna Cristian Solinas, gli on.li Mauro Pili e Francesco Sanna, la Consigliera al Comune di Roma Gemma Azuni, il difensore civico alla Provincia di Roma  Alessandro Licheri, il presidente Fasi Serafina Mascia e il presidente onorario Fasi Tonino Mulas.


Sabato ore 18,30

- In ricordo di uno più illustri soci del Gremio, Gavino Gabriel, l’usignolo della Sardegna fondatore della Discoteca di Stato, a cura del Coro Gavino Gabriel di Tempio e del suo direttore Giuseppe Sotgiu.


Sabato ore 19.30

- Anteprima del premio letterario Alghero Donna che Neria de Giovanni presenterà a Roma, in collaborazione con “Salpare” e il Gremio, nel corso del mese di novembre.

- Anteprima della Mostra, ideata ed organizzata dai Giovani del Gremio  “Lontano da dove – uno sguardo sulla scena artistica sarda contemporanea”, che si terrà al Museo Macro – La Pelanda dal 14 al 29 novembre e in cui 8 giovani artisti sardi lontani dalla Sardegna presenteranno alcune loro opere.

************************


Domenica ore 10

“Dorgali e le sue meraviglie” con il sindaco Angelo Carta, l'assessore al Turismo Stefano Lavra e il direttore dell'Acquario di Dorgali Flavio Gagliardi.

A seguire Presentazione del Progetto “Dorgali per il Brasile”: padre Erittu

per la costruzione di un centro per i bimbi abbandonati.

Degustazioni con i deliziosi sapori di Dorgali: i formaggi della Cooperativa Pastori; i dolci di ESCA e di Mulas, i vini della Cantina Sociale e di Berritta.

In permanenza nella tre giorni mostra mercato dell’Arte Orafa di Nieddu



Domenica ore 11

Premio L’Isola che c’è – Sardegna incontra Roma - 2012” .

Un  piccolo sardo, ora  povero, malato e dimenticato, che nel giugno dell’81 fece concretamente e generosamente incontrare la Sardegna con Roma, e al quale  “L’Isola che c’è” assegna e consegna il premio 2012: Angelo Licheri, l’eroe di Vermicino, 45 minuti a testa in giù, nel tentativo non riuscito di salvare Alfredino Rampi dal pozzo che l’ha inghiottito per sempre. Proiezione  di un documentario sulla vicenda.


Domenica ore 12

Celebrazione della Santa Messa dei Sardi presso la Chiesa Parrocchiale S. Maria del Rosario in Prati, Via degli Scipioni/via Germanico, officia il parroco padre Graziano Lezziero, accompagna la funzione il Coro Gavino Gabriel di Tempio


Domenica ore 15.30

Canta Sardegna Canta di Antonio Coloru, con Cristina Vera Diaz e il Coro Gavino Gabriel.


Domenica ore 17

presentazione del libro di Giovanni Floris

- “I Decapitati / Perché abbiamo la classe dirigente che non ci meritiamo”. L’autore ci racconta i percorsi irresponsabili e disinvolti di tanti troppi uomini di potere ai giorni d’oggi. Ne discutono Paolo Galdieri (docente di procedura penale-unitelma /La Sapienza), Giovanni Floris (conduttore Ballarò), Eugenio Albamonte (Magistrato), modera Vittorio Amedeo Alessio (Gruppo Poste Italiane, pianificazione strategica).


Domenica ore 19

- La poesia in romanesco si confronta con la poesia in limba, a colpi di sonetti ed ottave e non solo, con i versi di Mauro Felici e di Antonio Maria Masia.


Domenica ore 20

Saluto finale da Gia e Gremio


Mostre ed esposizioni  all’interno di alcuni stand
:

“Pane e Vino”: Il Museo del Grano, del comune di Ortacesus, dal seme al pane ed alla pasta  per un’alimentazione sana e naturale, con la presenza del Sindaco Fabrizio Mereu. Degustazione di Vini sardi.

Il Parco Geominerario, le fatiche anche odierne dei minatori e le potenzialità turistiche di un territorio affascinante e la  proiezione del film documentario del regista Gianfranco Cabiddu sui i luoghi delle miniere.

- Gruppi di operatori turistici, presentano la loro offerta, quale importante risorsa dell’economia della Sardegna da valorizzare sotto ogni aspetto: Isola Rossa, Costa Paradiso, Badesi, Chia, Dorgali e Barbagia di Seulo.

Il nostro socio Leandro Serra espone  le sue  opere pittoriche.

Nel corso della 3 giorni, durante convegni e proiezioni saranno offerti i vini delle Cantine di Dorgali, Dolianova e Santadi.


Area Espositiva

Davvero straordinaria l'esposizione per la degustazione e la vendita dei prodotti di eccellenza della Sardegna, curata da GIA e Sardegnatavola

· Magical Sardina, una selezione di prodotti di nicchia

· Il Pane e la filiera del grano del Museo di Ortacesus

· Le Birre artigianali dell'Ogliastra del Birrificio Lara di Tertenia

· Il Pane Carasau del Nuorese (su Cantaru di Teti)

· Il Torrone Pili di Tonara

· I Sottoli e i prodotti della terra di Sanluri (S'Ottu)

· Gli splendidi Coltelli dell'artigiano Monni di Sinnai

· Gli inimitabili Tappeti del territorio di Austis presentati da Nova Artec

· Le meraviglie della Comunità Montana del Sarcidano e Barbagia di Seulo e quelle di Dorgali

· Il Pane e la filiera del grano del Museo di Ortacesus

· Dal Mirto alle straordinarie piante della Sardegna di Floragricola Rocchi di Sassari

· I BRINDISI  nell'Area Convegni e Ospitalità delle Cantine di Dorgali, Dolianova e Santadi

 

E poi

le meraviglie dei territori dell'isola e dell'ospitalità di eccellenza dei gruppi alberghieri Delphina, Hotel Parco Torre Chia, e gli itinerari selezionati da Dedoni Turismo,

i percorsi del Trenino Verde e del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna,

le opere d'arte degli artisti sardi.

E l'esclusiva maglia ricordo de “L'isola che c'è”, con l'omaggio delle riviste Sardegnatavola e ViaMare e di altre opere della Sardegna.

 


Simple Picture Slideshow:
Could not find folder /web/htdocs/www.ilgremiodeisardi.org/home/joomla/images/slideshow/L_Isola_che_ce