http://www.ilgremiodeisardi.org/joomla/administrator/index.php#
Get Adobe Flash player

Il Gremio dei Sardi

Programmi e Proposte Dicembre 2013

 

Carissimi soci e amici del Gremio:

Programmi e Proposte per il mese di dicembre 2013

- Sabato 7 Dicembre ore 17 Fiera del Libro – EUR –  Palazzo dei Congressi Sala Corallo –Neria De Giovanni presenta il nuovo  libro  di Daniela Daniele  “Sei tu (quasi poesie con amore)” – edizione Nema Press –  prefazione di Antonio Maria Masia: La narrazione lirica sincera, appassionata, dirompente e coinvolgente di storie d’amore, di una donna ricca di valori, aperta, complessa e sensibile che si rivela, con versi a volte fulminanti e rapidi, quasi aforismi da interpretare e capire, e a volte con passi elaborati ed espliciti. Versi come una canzone, una cantilena di fanciulla, gioiosa e disperata.

-Lunedì 9 Dicembre ore 18 Senato, Sala degli Atti Parlamentari Piazza della Minerva 38, Presentazione del volume "Il coraggio della verità. L'Italia civile di Giuseppe Fiori" a cura di Jacopo Onnis. Ne discutono con il curatore: Giovanni De Luna, Ettore Masina, Guido Melis.  Il  libro è disponibile presso la libreria Arion di Piazza Montecitorio perchè non può  essere diffuso la sera del  dibattito. NB: giacca e cravatta per l’ingresso (libero)

 

-        Mercoledì 11 Dicembre 2013, ore 17.00 via XX Settmbre 21 : la delegazione Borghi Autentici d’Italia presenta   Sardegna Store e  incontra i circoli sardi del Lazio.

-       Giovedì 12 Dicembre 2013, dalle 16.00 alle 19.30.

Conferenza stampa di presentazione del Piano delle Strategie Sardegna, al quale parteciperanno Ivan Stomeo, Presidente di Borghi Autentici d’Italia, e Renzo Soro, Vicepresidente BAI e Delegato all’area Turismo e Ospitalità.
Proiezione del documentario “L’anima dei borghi”: introduce Ivan Stomeo, Presidente BAI; partecipano il professor Carlo Felice Casula e lo scrittore e paesologo Franco Arminio;
sarà presente all’evento Luigi Crisponi, Assessore Regione Sardegna per Turismo, Artigianato e Commercio. ·

Degustazione di prodotti tipici sardi.

 

-        Venerdì 13 Dicembre ore 17,30-18,30 Per la rassegna "I Venerdì di propaganda" presso la  Libreria Internazionale Paolo VI, via di Propaganda n.4 (Piazza di spagna) –Neria De Giovanni presenta il  Recital di natale: lettura,  a cura di Alex Pascoli  con accompagnamento musicale del maestro di chitarra classica  Italo Tamburello,  di alcuni brani di grandi scrittori (Pasternak, Tolstoj, Leopardi, Peguy, ecc.) tratti dal libro di P. Ferdinando Castelli "Meditare il Natale- Letteratura e spiritualità" .

 

-        Sabato 14 dicembre ore 16,30 Inaugurazione della Mostra al Museo  Nazionale Etrusco di Villa Giulia   “ La Sardegna dei 10000 Nuraghi  –Simboli e Miti del Passato ”. La nostra cultura più antica attraverso nuraghi, pozzi e fonti sacre, templi a megaron… La Mostra è organizzata  e offerta dal Comune di Ittireddu.L’inaugurazione, presente il Sindaco Petretto, sarà allietata dal coro e dal   gruppo folk di Ittireddu  e da una degustazione di prodotti tipici . Ingresso libero. La Mostra sarà aperta fino a metà marzo 2014.

 

-        Domenica 15 Dicembre - Per il Natale dei Sardi, capofila il Circolo  Quattro Mori di Ostia:  la Santa Messa ore 12, Chiesa di Sant’Aurea al Borgo di Ostia Antica con il Coro “Concordu Lussurzesu”,  e a seguire  il pranzo natalizio la Ristorante Al Bajnero via Felice Caronni 79/81 Ostia Antica, ottimo menù costo € 28 telefonare per prenotarsi  a Enzo Pisano 3802190479, oppure Giacomo Deiana (Gremio) 3478364628;

 

-        Mercoledì 18 Dicembre dalle ore 17 al Cinema Trevi (a 30 metri dalla celebre fontana) per la serie “Incontro con il Cinema Sardo a Roma” , con la collaborazione della Fasi e della Cineteca Nazionale, la presentazione e proiezione dei film di Giovanni Columbu, in particolare  “Su Re” (la passione di Gesù Cristo). Alle 20,45 incontro moderato da Alessandra Peralta con Giovanni Columbu, Francesca Delogu, Vanni Fois, Franca Farina e Antonio Maria Masia.  Ingresso gratuito per i soci del Gremio, € 3 per i non soci. Segue brindisi natalizio.

 

-        Venerdì 20 Dicembre ore 17 in Campidoglio Sala Pietro da Cortona, Ricordo di Bachisio Floris ( già nostro presidente dei Probi Viri), ad un anno dalla sua scomparsa,  con Giacomo Mameli,  Flavio Soriga, Gemma Azuni e i Circoli Sardi di Roma e Ostia, lettura di Giulio Cesare Pirarba. Sarà presente la della famiglia Floris.

In allestimento (faremo seguito)

 

-        verso la fine del mese in una Chiesa di Roma Centro, grazie alla spontanea  e gratuita disponibilità dell’Associazione “Vivere in Musica” di Daniela Sabattini e della Corale Polifonica “Giovanna Sedda” del Circolo Dei Sardi Quattro Mori di Livorno:Concerto di Coro sardo a favore delle popolazioni della Sardegna per Festival "Millennium in Musica" (dicembre 2013), con la  . Ingresso libero.

 

NB: Il Grande Concerto pro “Solidarietà Sardegna” con artisti Sardi e Italiani  (Piero Marras, Elena Ledda, Ilaria Porceddu e Antonello Salis, hanno già dato la loro disponibilità) da tenersi nella sala grande dell’Auditorium, gentilmente offerta da Roma Capitale,  che Gemma Azuni e i Circoli del Lazio stiamo organizzando,  è stato prorogato, per cause di forza maggiore, verso la fine di gennaio prossimo.

Saremo lieti di incontrarVi numerosi in occasione di  tutti gli eventi suindicati. Con preghiera di diffusione ai propri amici, conoscenti e parenti. Grazie di cuore.

Nell’attesa un affettuoso abbraccio e auguri di buon Natale a tutti Voi ed alle Vostre famiglie.

Antonio Maria Masia

Presidente il Gremio

Roma 4-12-2013

 

Emergenza Sardegna

Emergenza Sardegna: il Gremio chiede solidarietà -   il programma delle nostre attività di qui a fine anno - il 30/11 con Rita Sanna e la sua "Ippolita"

 

 

Cari soci e amici del Gremio,

più avanti  il programma delle nostre attività di qui a fine anno.

Ma prima vogliamo richiamare la Vostra attenzione sull’evento  che ha stravolto la nostra Isola, causando morti e danni devastanti.

Per questo motivo tutte  le attività da noi programmate  saranno finalizzate, in linea  con quanto indicato tempestivamente dalla nostra Federazione, FASI,  a  suscitare e favorire una catena di solidarietà da parte Vostra,dei Vostri amici e conoscenti per aiutare la nostra gente  colpita dalla gravissima calamità, non interamente attribuibile  alla fatalità di una natura “maligna e ingannevole” .

L’uomo però, se vuole, può  rimediare in parte ai suoi stessi errori, nel momento della partecipazione e della collaborazione.

Il Vostro aiutò sarà importante, sarà una preziosissima goccia di generosità e di  amicizia verso la Sardegna e la sua gente.

Il Gremio per raccogliere  Vostra offerta  Vi segnala  la possibilità di effettuare donazioni motivate con la causale “Solidarietà Sardegna” sul  proprio  c/c presso il Banco di Sardegna, Via Boncompagni Roma, Iban: IT16T0101503200000000010517Donazione, se così motivata, utilizzabile per le detrazione previste  anche in occasione della  Vostra dichiarazione dei redditi, essendo il Gremio una Associazione riconosciuta di Promozione Sociale, Culturale e Ricreativa.

Per eventuali  contributi,  in alternativa al bonifico, (contro rilascio di regolare certificazione), saremo disponibili  a partire da

lunedi 25 novembre al 10 dicembre, sabato e domenica compreso, dalle ore 15 fino alle 19

presso la nostra sede,   palazzo UNAR – Unione delle Associazioni Regionali di Roma e del Lazio, via Aldrovandi 16 (zona Parioli, ingresso accanto al Museo Zoologico).

Le attività programmate e in progetto di cui  Vi preghiamo di prenderne cortese  nota:

-sabato 30 alle ore 17 presenteremo in sala Roma,  al Gremio, l’ultimo coinvolgente romanzo della nostra Rita Sanna,IPPOLITA – con Giovanni Perria e Antonio Casu,  come da locandina allegata; Vi invitiamo a non mancare questo appuntamento!

-domenica 1/12 ore 18 Padre Jan Korycki, caro amico del Gremio, postulatore della causa della Venerabile Elisabetta Sanna di Codrongianos , ci ha proposto, e noi lo ringraziamo di cuore, di  celebrerà una  Messa per i morti e i sofferenti a causa del ciclone che ha colpito la Sardegna,  nella sua Chiesa di San Salvatore  in Onda, via dei Pettinari angolo via Giulia (ove è  sepolto San Vincenzo Pallotti ed anche  la nostra  Venerabile Elisabetta);

-Lunedì 9/12  ore 18 Senato, Sala degli Atti Parlamentari,  Presentazione del volume "Il coraggio della verità. L'Italia civile di Giuseppe Fiori" a cura di Jacopo Onnis. Ne discutono con il curatore: Giovanni De Luna, Ettore Masina, Guido Melis.

Domenica 15/12 Per il Natale dei Sardi, capofila il Circolo  Quattro Mori di Ostia, la Santa Messa e a seguire  il pranzo natalizio per il quale occorrerà prenotarsi. Ci riserviamo di dare ulteriori dettagli.

Mercoledì 18/12 al Cinema Trevi (a 30 metri dalla celebre fontana) per la serie “Incontro con il Cinema Sardo a Roma” la presentazione e proiezione dei film di Giovanni Columbu, che sarà con noi,  in particolare  “Su Re” (la passione di Gesù Cristo). Ingresso gratuito per i soci del Gremio.

In solidarietà con i Sardi, al fine di  raccogliere donazioni, organizzeremo fra dicembre e gennaio un concerto del  nostro caro amico e grande cantautore   Piero Marras, che ci ha dato la sua immediata disponibilità.

A questo proposito stiamo però  cercando, insieme agli altri Circoli e  la nostra  Consigliera Comunale Gemma Azuni,di far convergere la generosa disponibilità di Piero all’interno  di uno spettacolo più ampio, con altri  importanti artisti sardi e no, (ed anche Ilaria Porceddu sarà con noi)  da tenere in un grosso teatro romano. Faremo anche su questoprogetto un doveroso  seguito nei tempi necessari.

 

Vi aspettiamo intanto  numerosi al primo incontro  previsto, con Rita Sanna, pregandovi di consultare la locandina allegata.

E  nel frattempo non dimenticate di alleggerire, con la Vostra generosità, le attuali durissime pene inflitte alla nostra Terra.

Grazie e a presto

Un abbraccio a tutti

Antonio Maria Masia

Presidente Il Gremio

Roma 23-11-2013

allegata  locandina  per “Ippolita” . Seguiranno, a tempo debito, le altre informazioni sui programmi previsti e in corso di allestimento .

 

Incontro con il Cinema Sardo

 

 

Incontro con il Cinema Sardo a Roma - di Luisa Saba


Il 17 e 18 ottobre  si sono svolti a Roma due incontri con il cinema sardo. Due giornate intense, due giovani registi sardi che ci parlano della Sardegna, di loro stessi, del mondo.  Organizzate da  Franca Farina, socia del Gremio che cura il restauro delle pellicole presso la Cineteca Nazionale e coordinate da Alessandra Peralta, che lavora alla Rai come programmista  regista.

Elette nel Consiglio direttivo del Gremio da qualche mese, con il Presidente Antonio Maria Masia hanno già avviato un programma ricco di appuntamenti, il primo dei quali, con la collaborazione della FASI, della Cineteca Sarda - Società Umanitaria e della Cineteca  Nazionale, inaugura, a partire da ottobre e per tutto il 2014, una serie di  incontri con il cinema sardo. Presso il cinema Trevi, nella prestigiosa sede della sala della Cineteca Nazionale, che si trova  a Roma accanto alla Fontana di Trevi, entrambi gli incontri si sono svolti alla presenza dei due autori delle opere presentate, Giuseppe Casu e Simone Contu. Prossimo appuntamento il 18/12 con Giovanni Columbu e la sua ultima opera “SuRe”, il film su Gesù.

Salvatore e Simone  sono due giovani simpatici e impegnati registi, nuove  figure  di operatori culturali, con l'accezione che questo termine comporta ai nostri giorni. Nella mia generazione sessantottina la passione che integrava e accompagnava spesso la scelta di una professione era la militanza politica e la testimonianza sociale, vissuta attraverso i partiti e le associazioni culturali o religiose. Dopo è arrivata la passione per il giornalismo,  la scrittura e la musica, mestieri non  centrali ma caratteristici di una generazione, dai Fois  ai Masala, ai Porcedda, ai Fresu , ai Salis e ai Saba,   che voleva dare parola o parlare in prima persona, utilizzando gli  strumenti che la società della informazione metteva a disposizione. Oggi filmare, girare con la macchina da presa, riprendere e raccontare con un obiettivo, catturare con le immagini una realtà in  forte e rapida trasformazione, sembra essere  la passione di molti giovani, una modalità  che si diffonde sempre più e che non  può essere etichettata  come semplice hobby poiché prefigura una  possibilità  concreta di fare ricerca  e sviluppo del territorio. I due registi  infatti si mettono in relazione interattiva con le storie che raccontano, descrivono i processi che portano  a fare della Giara  una  vera scuola per lo sviluppo locale, quello che porta i minatori del Sulcis a denunciare le politiche industriali errate o inesistenti, le difficoltà  che incontra  una comunità  con valori tradizionali nel comunicare ai giovani  le regole  di comportamento senza creare disorientamento o  protesta. Nel ricostruire i processi,  i registi, come   antropologi, fanno emergere le storie, non le giudicano,  lasciano  gli avvenimenti  aperti,  entrano in relazione  con i protagonisti  e li fanno parlare. La macchina è solo uno  strumento che, seppur usato sapientemente, serve a mettersi  e mettere   in relazione con gli interpreti,  quasi  mai attori professionisti;  un mezzo  per  raccogliere i bisogni della comunità  e dei paesi  ritratti,  una maniera per fare  un’informazione autentica,  per conoscere,  attraverso  testimonianze  dirette, i progetti  e le speranze di un territorio. Essendo   allo stesso tempo da una parte e dall'altra della macchina da presa, questi  registi  dimostrano un grande  senso di responsabilità per ciò che raccontano, e  i temi  di cui parlano, il lavoro , l’educazione, il rapporto tra  le generazioni, hanno un forte  valore sociale  o simbolico, come quello delle fiabe e  dei sogni.

Senza ferro di Giuseppe Casu è la testimonianza di  Antonio  che  da trenta anni  si dedica   a gestire  una scuderia/scuola per  bambini e ragazzi che vogliono correre su cavallini selvaggi.  Antonio  non e un istruttore, ma un educatore appassionato e responsabile che riesce a dare valore alla disciplina e al sacrificio che comporta l’allenamento a cavalcare , a mettere  nell’ equitazione la sfida del coraggio e della bellezza che è sempre più rara negli altri sport.

L’amore e la follia, ancora di Giuseppe,  più che la storia  dei minatori del Sulcis  Iglesiente,  è un  manifesto  sulla resistenza  indomita di una comunità che, rappresentata  da due personaggi  mitici, il vecchio cronometrista Manlio e l’insegnante Silvestro, ha lottato fino alla stremo  per non perdere il lavoro e la ragione di vita  che le miniere  hanno rappresentato.

In Manca solo il mare Cristina Agostini è co-regista e co-autrice con Giuseppe Casu del documentario che, per bocca di  alcuni abitanti, racconta la nascita e la vita del  quartiere  romano  di Tor  bella Monaca.  L’approccio  della macchina da presa  è molto  vicino a quello che si è visto  nel Sacro Gra ultimamente,  e una ventina di anni fa  nel Quartiere di Silvano Agosti.  E’ una riflessione critica sulle  aree  urbane periferiche, spesso meno   marginali  dei centri “cittadini”, poiché  chi vi abita  vive  con spirito comunitario gli spazi collettivi  e riesce a creare  relazioni di amicizia con i vicini.

Le opere  di  Simone  Contu  hanno tutte  un personaggio centrale: la terra dell’Ogliastra!  Nel documentario che illustra “la strada di S.Giorgio - su mori", l'Ogliastra e i suoi paesi  più  affascinanti sono  rivisitati   con il percorso  che un giovanissimo vescovo cagliaritano di nome Giorgio aveva fatto nell'anno 1000 con l'intento di far conoscere il Vangelo a pastori e comunità isolate nelle inaccessibili zone barbaricine .  Con  Treulababbu,  Contu ci fa viaggiare in una Ogliastra magica, piena di ombre spaventose, di tacchi e di toneri che si stagliano contro la luna per ospitare spaventose anime morte o teneri capretti , asini pazienti e genitori distratti o concentrati sulla propria visione del mondo che quasi mai è quella dei bambini. Loro, i bambini, belli quanto e più del paesaggio che li circonda, continuano a sognare perchè solo il sogno permette  loro di restare bambini e non soccombere alle regole dei grandi

Tuttavia Il lavoro di Contu va oltre  il confronto / conflitto tra bambini e adulti, per affrontare, come ha suggerito  lo stesso regista nel  dibattito che ha seguito la proiezione, il tema del valore culturale  della  fiaba. Essa   permette ad una  comunità  di rappresentare  il  mondo  trascendentale collettivo, di superare  l’immediatezza  delle vicende quotidiane, ma soprattutto  di  superare il rischio di dissoluzione e vincere la paura della morte .  Il ricorso all’onirico-magico,la ricchezza di riferimenti , la mescolanza di stili, la ripresa dell’orror fantasy del  racconto gotico,  la forza delle immagini rafforzano l’idea del regista   sul potere   della fiaba nel salvare i nostri ricordi e nel  conservare la nostra identità  culturale .

Simone Contu  ha promosso un’associazione, Moviementu, che si propone di diffondere la cultura filmica nell'isola, come strumento privilegiato per far conoscere la storia dei sardi, la loro ricchezza linguistica, le originali espressioni artistiche , le potenzialità  ambientali e turistiche. L’augurio, che anche il presidente del  Gremio, Masia,  fa proprio, è che le Istituzioni  facciano la loro parte, dando  quelle risorse necessarie  affinché    i giovani possano  portare avanti le loro produzioni e insieme ad esse possa crescere una  rappresentazione della Sardegna  autentica, non  a misura di depliants  turistici o di  spot elettorali, ma di una  terra che  cerca  nella sua cultura  la forza per  progettare il futuro.

 

Luisa Saba, Roma   19 ottobre 2013

 

 


Simple Picture Slideshow:
Could not find folder /web/htdocs/www.ilgremiodeisardi.org/home/joomla/images/slideshow/Incontro_Cinema_Sardo

 

XVII Edizione del PREMIO GIORNALISTICO UNAR

XVII Edizione del PREMIO GIORNALISTICO UNAR – 2013

 

Cari soci e amici del Gremio,

come noto l’UNAR , Unione delle Associazioni Regionale, di cui facciamo parte anche come  soci fondatori, ogni anno organizza e consegna un prestigioso Premio Giornalistico ad importanti e stimati operatori del settore.

 

Ricordiamo che qualche anno fa, su nostra proposta, il premio  venne conferito a Giovanni Floris.

 

L’attuale XVII edizione vedrà la consegna dell’ambito riconoscimento a  Giustino Parisse e a Marco Frittella, alla presenza del Sindaco Marino,  come da Invito.

 

Vi aspettiamo numerosi , venerdì 22 prima delle ore 17 inizio dell’intervento di saluto del Sindaco, in Campidoglio salone della  Protomoteca per l’importante evento.

 

Un abbraccio a tutti


Antonio Maria Masia

Presidente Il Gremio

 

Cinema Sardo

 

Incontro con il Cinema Sardo a Roma

con le opere dei registi Giuseppe Casu il 17  e Simone Contu il 18

 

con la collaborazione della FASI (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia), della Cineteca Sarda - Società Umanitaria e della Cineteca Nazionale, una serie di proiezioni e dibattiti con i registi sardi , a partire da  ottobre  e per tutto il 2014, presso il Cinema Trevi ( a 10 metri dalla famosa fontana) Vicolo del Puttarello, 25   tel.0672294301-389

Ingresso: € 4, ridotto € 3gratuito per i soci de Il Gremio

Vedasi  in allegato programma 17-18 ottobre, e la programmazione generale  per il mese di ottobre del Cinema Trevi.

 

Vi aspettiamo numerosi

Un abbraccio a tutti

 

Antonio Maria Masia

Presidente Il Gremio